fbpx

Abbiamo intervistato Maria Rita Pisani per voi

Ho deciso di creare quel progetto per cercare di dimostrare che gli standard di bellezza che si sono creati ad oggi, non sono reali.

INTERVISTE

Maria Rita Pisani per DIMME

Ciao Maria Rita ti vuoi presentare e raccontarci chi sei?

Ciao, sono Maria Rita. Ho 23 anni e sono una fotografa.
Sono una persona molto solare, ma ho avuto un sacco di periodi bui nella vita.

A che età è scattata la scintilla per la fotografia e in che modo?

La scintilla per la fotografia è nata dai 5/6 anni. Ero piccola, mio papà faceva il fotografo e mostrandomi delle suo foto mi sono innamorata. Ho deciso invece che sarebbe stata la mia strada a 16 anni, pur avendo sempre e solo scattato per passione ho iniziato a farlo più seriamente. Soprattutto per sfogarmi.

Chi influenza il tuo lavoro?

Più che CHI, direi cosa influenza il mio lavoro.
E la risposta è semplice, le mie emozioni, il modo in cui mi fanno vedere le cose.

La foto che più ti rappresenta o a cui sei più legata?

La foto che più rappresenta il mio lavoro e a cui sono più legata sono riuscita a farla a Milano, quando durante il derby a Milano, mi sono posizionata vicino ai poliziotti per paura della gente che c’era li. E quando loro si sono schierati, ed erano tutti voltati verso la folla, uno di loro si è voltato a guardare indietro, verso di me, e io sono riuscita a catturare quel momento.

Il tuo progetto con i corpi ha accompagnato anche DIMME e i suoi valori, ce ne vuoi parlare?

Il mio progetto è nato soprattutto dalle mie esperienze, dai suicidi di cui ho letto notizia per bullismo, abusi eccc. Ho decido di creare quel progetto per cercare di dimostrare che gli standard di bellezza che si sono creati ad oggi, non sono reali.
Che si può essere bellissime con 20 kg in piu o in meno. O essendo piu bassi o piu alti.  

Progetti futuri?

Si, il progetto che sto organizzando è quello sui DCA. Mi piacerebbe molto poterli aiutare con quelle immagini, cercando di far capire alle persone che non sono capricci.
In più mi sto informando su come poter aprire un centro ricreativo per giovani.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.